giov 3/11 CERCASI LETTORI; c’è Nel vuoto arioso del mondo di e con Mariangela Sedda

Cari amici,

giovedì 3 novembre Mariangela Sedda incontra i lettori in occasione dell’uscita del suo nuovo Nel vuoto arioso del mondo. Sono graditi per l’occasione gli interventi di chiunque voglia porre domande o fare considerazioni e per questo, fino al giorno della presentazione, potete acquistare il libro con il 15% di sconto presso la Libreria Mondadori di via Sonnino 154. Basta accreditarsi con la parola d’ordine: “Mi manda mieleamaro”.  
Di seguito  trovate alcuni degli appuntamenti di un novembre straordinariamente ricco di iniziative  e ospiti insieme a mieleamaro.  

Dopo la bella festa di presentazione di giovedì scorso è in libreria  Il gusto della letteratura in Sardegna – il cibo, gli usi e i luoghi del mangiare raccontati nei libri, CUEC. Non privatevene.

E poi una segnalazione: a Cagliari a marzo 2012 torna, per la X edizione: AL ARD – Festival internazionale del cinema documentario palestinese e arabo  Anche quest’anno il Festival ripropone la fortunata formula della manifestazione a premi suddivisa in due sezioni: una “in concorso” ed una “fuori concorso”. QUI tutte le info
A chiudere questo post una nuova vignetta rubata stanotte dal New Yorker e tradotta clandestinamente da mieleamaro…
Buona lettura

giovedì 3 novembre alle 19,00
Sala Villanova dell’Hotel Regina Margherita – Cagliari

“Come è viva la letteratura contenuta in questo libro che si accorge di ciò che accade intorno a noi e ce lo rimanda con sentimento e ironia”

 Nel vuoto arioso del mondo. Storie: di lettori, di libri, di letture – Il Maestrale 
 

Mariangela Sedda incontra  i lettori

coordinano Gianna Lai e Antonello Murgia

Giovedì 3 novembre alle 19,00 alla Sala Villanova dell’Hotel Regina Margherita di Cagliari, Mariangela Sedda incontra i lettori in occasione dell’uscita del suo nuovo Nel vuoto arioso del mondo. Storie: di lettori, di libri, di letture, Il Maestrale. Coordinano gli interventi Gianna Lai e Antonello Murgia. Sono graditi per l’occasione gli interventi di chiunque voglia porre domande o fare considerazioni e per questo, fino al giorno della presentazione, potete acquistare il libro con il 15% di sconto presso la Libreria Mondadori di via Sonnino 154. Basta accreditarsi con la parola d’ordine: “Mi manda mieleamaro”.  

Nel vuoto arioso del mondo. Storie: di lettori, di libri, di letture – Un clima generale d’evasione investe questa raccolta di racconti divisa in due parti. In una Sardegna in lenta evoluzione dagli anni Cinquanta all’oggi, fra aule scolastiche, biblioteche e librerie; ambienti domestici, empori e boutiques o luoghi svago, prende forma ogni volta una piccola storia. Al centro, un lettore, un libro, delle letture. Attratta dall’idea di profanare la maestosa biblioteca dello zio, la nipotina di un canonico ruba uno dei libri sacri piu’ preziosi. La signora Adele, ogni pomeriggio, nel suo atelier, legge un passo dei Promessi sposi alle apprendiste intente a rifinire i capi. La maestra Caterina Manca e’ intorpidita nella cattedra della sua aula, davanti alle alunne incuranti di tutto fuorche’ dell’involucro di indumenti che la avvolge. Sara’, forse, che insegnare non fa piu’ per lei? Nelle sere di settembre, a casa del signor Franco la stireria si trasforma in un teatro: qui, lui e la domestica Rosaria si divertono a recitare  libretti d’opera. Maria Assunta potra’ mai convincersi di non vivere in un fotoromanzo, affamata come’ e’ di storie d’amore? E un marito geloso, puo’ arrivare a esserlo perfino delle letture di sua moglie? Molti altri personaggi, alla ricerca di un intimo prezioso spazio per se’, animano questa raccolta. Nel vuoto arioso del mondo esiste un luogo dove, tra i profumi d’inchiostro, ognuno insegue, a modo suo, un desiderio di liberta’.


Mariangela Sedda vive a Cagliari. Laureata in Filosofia ha insegnato per lunghi anni nella scuola media superiore. Collabora alle pagine culturali di varie riviste e quotidiani e con la RAI. E’ autrice di racconti, testi teatrali, romanzi e saggi. Fra le sue opere ricordiamo: Una storia di ordinaria scrittura (Stampa Alternativa, 1992); Luigino e la statua del re in AA.VV., Magia telematica e altre fiabe (Mondadori, 1997); L’Esilio dei re (Condaghes 2000); Corrispondenze in AA.VV., Lingua madre sarda. Antologia di poeti e scrittori (ArtEuropa 2004).

PROSSIMAMENTE CON MIELEAMARO

martedì 8 novembre comincia a Cagliari Caramelle dagli sconosciuti già una rassegna molto molto brillante oggi una rassegna molto molto monellalibri chiacchierati ma anche letti a voce alta.  Organizzata da Casa Lettrice Malicuvata e Gruppo Opìfice con la collaborazione di mieleamaro ogni martedì fino al 28 febbraio alla Libreria Mieleamaro di via Manno (che è altra cosa rispetto al circolo dei lettori omonimo cioè noi) e al Cafè Barcellona di via Barcellona. Qui tutto il ricco programma.


giovedì 10 novembre arriva a Cagliari per mieleamaro Angel Luis Galzerano autore di Di qui e d’altrove Fotostoria di un’emigrazione – Compagnia delle lettere, un reading concerto con Gerardo Ferrara voce narrante e Angel Luis Galzerano chitarra e voce. Il breve tour di Angel Galzerano e Gerardo Ferrara prosegue venerdì 11 alle 10,00 al liceo Brotzu di Quartu S. Elena e alle 18,00 a Lanusei, Caffetteria Bosco Seleni; sabato 12 alle 21.00 al Villaggio dei Gigli, località S. Gregorio.

giovedì 17 novembre , dopo un romanzo per Il Maestrale e reduce dal festival di Gavoi, ritorna Claudio Bagnasco, con il suo nuovo In un corpo solo – Quarup. Presenta Daniela Boi

venerdì 25 novembre alle 19,00 al Manàmanà torna John Foot che per Rizzoli ha scritto Pedalare, la grande avventura del ciclismo italiano. In collaborazione con Associazione Italia – Inghilterra . A seguire: a cena con l’autore.

martedì 6 dicembre alle 19,00 alla Cineteca Umanitaria Sarda di viale Trieste a Cagliari proiezione di Senso (1954) di Luchino Visconti.

mercoledì 7 dicembre alle 18,30 torna al Manàmanà il Gruppo Opìfice: tra musica, letteratura filosofia e cinema, tutto il nuovo che si muove on e off line

 
è in libreria:

Il gusto della letteratura in Sardegna- I cibi, gli usi e i luoghi del mangiare raccontati nei libri – CUEC

Conoscete la ricetta della carpa alla persiana? Come si organizza un banchetto per duemilacinquecento invitati? Il gatto è un animale da compagnia o una specialità gastronomica?

Una guida gastroletteraria per lettori curiosi e buongustai. Un’antologia articolata in centinaia di citazioni su cibi, usi e circostanze riferite al mangiare in Sardegna.
Dal pane carasau del Giorno del giudizio, agli spaghetti alle arselle di Ruggero Gunale, dal capretto arrosto di Lawrence, alla panada alle anguille come la fanno a Baraule. E la minestra di formaggio fresco e finocchio selvatico di Angelo Uras, la zuppa di pesce dei pescatori algheresi, il formaggio al profumo d’aspridda o su casu marzu, “quello coi vermi proprio” e i dolci buonissimi e bellissimi, “perché non si mangia solo con la bocca”.
Sedici capitoli per leggere di piatti e portate ma anche per conoscere le usanze e i luoghi legati alla produzione e al consumo del cibo.
Con in più quindici contributi originali, d’autore: Bruno Tognolini, Milena Agus, Paolo Maccioni, Demo Mura, Nello Rubattu, Andrea Selis, Alessandra Guigoni, Rossana Copez, Neria De Giovanni, Libreria Tuttestorie, Pasquetta Basciu, Mauro Pala, Massimiliano Medda, Daniela Zempt, Giorgio Polo.
Poesie, racconti, brevi saggi per condire questa antologia dedicata al cibo nei libri.
Un volume da leggere spizzicando qua e là, seguendo le proprie passioni letterarie o culinarie. Oppure da divorare, brano dopo brano  facendo una scorpacciata di citazioni. Per scoprire come si possano combinare il piacere della lettura e quello del cibo

Per rinfrancar lo spirito… tra un libro e l’altro

Annunci

mar 25 G. Cornejo – gio 27 Il gusto della letteratura: festa con regali

MIELE AMARO IL CIRCOLO DEI LETTORI

con il sostegno di

martedì 25 ottobre alle 18,30

Manàmanà di piazza Savoia a Cagliari

 Noi, quelli della sierra, gli eternamente timidi, coloro che erano nati tra i monti; noi, creature oriunde della montagna che avevamo bevuto il latte di vacca ancora caldo, ci sollazzavamo nella descrizione dei nostri posti.

 

La sierra e il vento – CUEC

di e con Gerardo Cornejo

 presenta e coordina Paolo Lusci

interviene Tiziana Deonette

letture di Gerardo Ferrara

La Sierra e il Vento di Gerardo Cornejo è un classico del nostro Nord. È un lungo cammino che accompagna il commiato dalla sierra. O meglio, è un cammino lungo e minuzioso, che arriva fino alle indimenticabili frontiere, dentro i suoi confini perenni. La sierra con i suoi uomini, i paesi, i minerali, i ruscelli, i canyon, i fiumi, i boschi, i silenzi, le sue trasparenze. Quella sierra che parla con dolcezza, con antiche e pure parole in bocca a uomini che sono inesauribili sorgenti di storie. La sierra discende verso le valli, verso il deserto; è come un albero della vita che sostiene la terra intera con le proprie radici e tronco. Dalla sierra si può guardare la realtà, ci si può affacciare, capire, si può dialogare con il mondo. Carlos Montemayor

Gerardo Cornejo è nato nel1937 a Sonora, nel villaggio di Tarachi, in Mexico. Ha fondato l’Associazione Scrittori di Sonora. È stato coordinatore del SOGEM e consigliere di istituti statali di cultura. Nel1982 ha conseguito un master in Studi Latinoamericani alla UNAM. Tornato a Sonora ha fondato il Colegio de Sonora, restando presidente fino al1998. Ha partecipato come docente ospite presso diverse università nazionali e straniere comela Columbia University di New York, Arizona State University di Phoenix, Universidad Veracruzana, Colegio de Jalisco, tra gli altri. Ha pubblicato i romanzi: La sierra y el viento (1977), Al norte del milenio (1989), Juan Justino Judicial (1996), El solar de los silencios (1993), Microbios de luz (2005) e l’antologia Obra Reunida (2009). Il suo romanzo La sierra y el viento, giunto alla ottava edizione, è incluso nella Collezione di letteratura del Messico del Consiglio Nazionale perla Cultura e l’Arte. A questa pubblicazione è stata assegnata una targa di bronzo che è stata apposta sul monumento ai pionieri di Ciudad Obregón, Sonora, che riproduce un frammento del romanzo. E’ la prima traduzione italiana di un suo romanzo.

Giovedì 27 ottobre alle 18,30

Al Manàmanà di piazza Savoia a Cagliari

– Che ne dite, lo reggete a quest’ora un panino caldo con frattaglie e peperoni da Efizieddu Trincas? (S. Niffoi)

Festa di presentazione per

Il gusto della letteratura in Sardegna-I cibi, gli usi e i luoghi del mangiare raccontati nei libri

con il curatore Gianni Stocchino e l’editore Mario Argiolas intervengono: Bruno Tognolini, Milena Agus, Paolo Maccioni, Demo Mura, Nello Rubattu,  Alessandra Guigoni, Rossana Copez, Neria De Giovanni, Libreria Tuttestorie, Pasquetta Basciu, Mauro Pala, Massimiliano Medda, Daniela Zempt, Giorgio Polo.
Presenta Giuseppe Pusceddu

Una guida gastroletteraria per lettori curiosi e buongustai. Un’antologia articolata in centinaia di citazioni su cibi, usi e circostanze riferite al mangiare in Sardegna.

Dal pane carasau del Giorno del giudizio, agli spaghetti alle arselle di Ruggero Gunale, dal capretto arrosto di Lawrence, alla panada alle anguille come la fanno a Baraule. E la minestra di formaggio fresco e finocchio selvatico di Angelo Uras, la zuppa di pesce dei pescatori algheresi, il formaggio al profumo d’aspridda o su casu marzu, “quello coi vermi proprio” e i dolci buonissimi e bellissimi, “perché non si mangia solo con la bocca”.

Sedici capitoli per leggere di piatti e portate ma anche per conoscere le usanze e i luoghi legati alla produzione e al consumo del cibo.

Con in più quindici contributi originali, d’autore: Bruno Tognolini, Milena Agus, Paolo Maccioni, Demo Mura, Nello Rubattu, Andrea Selis, Alessandra Guigoni, Rossana Copez, Neria De Giovanni, Libreria Tuttestorie, Pasquetta Basciu, Mauro Pala, Massimiliano Medda, Daniela Zempt, Giorgio Polo.

Poesie, racconti, brevi saggi per condire questa antologia dedicata al cibo nei libri.

Un volume da leggere spizzicando tra le pagine, seguendo le proprie passioni letterarie o culinarie. Oppure da divorare, brano dopo brano  facendo un’abbuffata di citazioni. Per scoprire come si possano combinare il piacere della lettura e quello del cibo

Conoscete la ricetta della carpa alla persiana? Come si organizza un banchetto per duemilacinquecento invitati? Il gatto è un animale da compagnia o una specialità gastronomica?

ATTENZIONE: SOLO PER QUESTA PRIMA PRESENTAZIONE IL VOLUME SARÀ IN VENDITA AL PREZZO SPECIALE DI 8€ CON IN PIÙ IN REGALO UNO A SCELTA TRA QUESTI TRE LIBRI E IL QUADERNO DEL LETTORE DI MIELEAMARO.

La madonna nuda di Jan WeiseUn giallo di un norvegese, come si usa di questi tempi, ma ambientato in Italia, tra il Medio Evo e i nostri giorni. Negli archivi della Biblioteca Vaticana degli antichi manoscritti ricostruiscono (in parte) la storia di un dipinto mirabile, di incerta datazione, rimasto nascosto per secoli in un isolato paesino dell’Appennino ligure…

Mille e una gregueria di Ramòn Gòmez de la Serna – Miscela di sberleffo e innocenza, metafore e umorismo, incongruenza e arguzia, le impertinenti greguerías nascono da una occhiata demolitrice sulla rigatteria del mondo. Il meglio di un genere telegrafico che fu materia e impulso di tutta l’opera del grande Ramón.

Messa del Gallo di Machado De Assis e altri – Sei variazioni su uno stesso tema: una donna e un ragazzo sussurrano e si sfiorano in una notte di Natale a Rio De Janeiro. Sette penne per sette racconti.  

PROSSIMAMENTE CON MIELEAMARO

Giovedì 3 novembre prima a Cagliari per Nel vuoto arioso del mondo. Storie di lettori, di libri, di letture – Il Maestrale, il nuovo libro di Mariangela Sedda.

 

giovedì 10 novembre arriva a Cagliari per mieleamaro Angel Luis Galzerano autore di Di qui e d’altrove Fotostoria di un’emigrazione – Compagnia delle lettere, una presentazione spettacolo con Gerardo Ferrara voce narrante e Angel Luis Galzerano chitarra e voce;

 

giovedì 17 novembre , dopo un romanzo per Il Maestrale e reduce dal festival di Gavoi, ritorna Claudio Bagnasco, con il suo nuovo In un corpo solo – Quarup. Presenta Daniela Boi


venerdì 25 novembre alle 19,00 al Manàmanà torna John Foot che per Rizzoli ha scritto Pedalare, la grande avventura del ciclismo italiano. In collaborazione con Associazione Italia – Inghilterra . A seguire a cena con l’autore.


martedì 6 dicembre alle 19,00 alla Cineteca Umanitaria Sarda di viale Trieste a Cagliari proiezione di Senso (1954) di Luchino Visconti.

mercoledì 7 dicembre alle 18,30 torna al Manàmanà il Gruppo Opìfice: tra musica, letteratura filosofia e cinema, tutto il nuovo che si muove on e off line

Per rinfrancar lo spirito… tra un libro e l’altro

giovedì 20 ottobre NELLE MIE CORDE di e con Clara Murtas + tutti i nuovi appuntamenti

MIELE AMARO IL CIRCOLO DEI LETTORI

con il sostegno di

 

in collaborazione con ELSA  -European Law Students Association di Cagliari
e
 Cattedra di Diritto Amministrativo di Giurisprudenza

presenta:

20 ottobre 2011 ore 20,30
Teatro Nanni Loi -Casa dello Studente
Via Trentino – Cagliari

NELLE MIE CORDE

note a margine dell’Unità d’Italia

un recital di
CLARA MURTAS
consulenza storico musicale di Giuseppe Baldino
Regia tecnica Marco Veloce

“Tutto torna …tante cose si immergono e riemergono a tempo debito; c’era qualcosa che era rimasto impigliato nelle mie corde che poi con il maturare degli eventi si è liberata, grazie anche all’incitamento piuttosto deciso di alcune persone che ringrazio per l’insistenza.., dunque… eccomi a riprendere la chitarra che, per la mia generazione  è stata una vera e propria arma incruenta seppur rivoluzionaria.
Tutto torna, ma non torna mai uguale: contrariamente al passato oggi mi incalza la confusione, al posto di quella certezza  che mi spinse sulle piazze negli anni 70. La situazione sembra… confusa…  in realtà non è mai stata tanto chiara…”
Clara Murtas
 
Clara Murtas rientra nel ruolo di folksinger  e riprende i temi dell’impegno civile con un repertorio che riecheggia il principio del suo percorso artistico.In questo recital di cui è unica interprete, ripropone il tema delle lotte per i diritti, con i canti storici del movimento socialista e anarchico insieme a  quelli che accompagnarono le istanze libertarie risorgimentali. Dialogando con il pubblico, propone note e riflessioni a margine di una storia del popolo italiano scandita da aneddoti personali. Canti giacobini della fine del settecento si accavallano ai canti popolari degli anni 70 in un itinerario assolutamente libero da preoccupazioni cronologiche e didascaliche.
INGRESSO LIBERO

PROSSIMAMENTE CON MIELEAMARO

martedì 25 ottobre alle 18,30 al Manàmanà di piazza Savoia, il maestro messicano Gerardo Cornejo sarà a Cagliari per promuovere la prima traduzione italiana di un suo romanzo: La sierra e il vento – CUEC. Presenta e coordina Paolo Lusci, interviene Tiziana Deonette. Con le letture di Gerardo Ferrara.

 
Giovedì 27 ottobre alle 18,30 al  Manàmanà di piazza Savoia a Cagliari, festa di presentazione per Il gusto della letteratura in SardegnaI cibi, gli usi e i luoghi del mangiare raccontati nei libri – CUEC. Intervengono il curatore Gianni Stocchino e l’editore Mario Argiolas. E con la partecipazione di Bruno Tognolini, Milena Agus, Paolo Maccioni, Demo Mura, Nello Rubattu, Andrea Selis, Alessandra Guigoni, Rossana Copez, Neria De Giovanni, Libreria Tuttestorie, Pasquetta Basciu, Mauro Pala, Massimiliano Medda, Daniela Zempt, Giorgio Polo. Presenta e coordina Giuseppe Pusceddu,

 
Giovedì 3 novembre prima a Cagliari per Nel vuoto arioso del mondo. Storie di lettori, di libri, di letture – Il Maestrale, il nuovo libro di Mariangela Sedda.

  

giovedì 10 novembre arriva a Cagliari per mieleamaro Angel Luis Galzerano autore di Di qui e d’altrove Fotostoria di un’emigrazione – Compagnia delle lettere, una presentazione spettacolo con Gerardo Ferrara voce narrante e Angel Luis Galzerano chitarra e voce;

 
giovedì 17 novembre , dopo un romanzo per Il Maestrale e reduce dal festival di Gavoi, ritorna Claudio Bagnasco, con il suo nuovo In un corpo solo – Quarup. Presenta Daniela Boi

 
venerdì 25 novembre alle 19,00 al Manàmanà torna John Foot che per Rizzoli ha scritto Pedalare, la grande avventura del ciclismo italiano. In collaborazione con Associazione Italia – Inghilterra . A seguire a cena con l’autore.

 
martedì 6 dicembre alle 19,00 alla Cineteca Umanitaria Sarda di viale Trieste a Cagliari proiezione di Senso (1954) di Luchino Visconti