martedì 10/1/2012 la Caramella è Terra Mala; poi tutti i prossimamente

Cari amici ,
iniziamo il 2012 con un vagone carico carico di appuntamenti che vi invitiamo a scoprire leggendo questo post che si chiude come di consueto con la rubrica Per rinfrancar lo spirito… tra un libro e l’altro. E siccome sono sempre tanti quelli tra noi “che vorrebbero ma non possono”, quelli che scorrendo il programma degli appuntamenti che settimanalmente proponiamo rinuncia a partecipare perché a quell’ora lavoro, perché tengo famiglia, perché il tempo non basta mai, perché sto lontano, perché ho comprato la tv nuova e mi sono abbonato a sky, perchè tanto la fine del mondo è fra una settimana… Per tutti questi è in arrivo la nostra rivoluzione on line, con nuove proposte di lettura e partecipazione. Seguiteci.
Buona lettura 
 
 

MIELEAMARO IL CIRCOLO DEI LETTORI

presenta
 

martedì 10 gennaio alle ore 19,00 e alle 21,30
Caramelle dagli sconosciuti a Cagliari

Terra Mala – Il Maestrale di Rossana Copez e Giovanni Follesa

Martedì 10 gennaio alle 19.00 presso la libreria mieleamaro (che si chiama come noi ma non è noi) in via Manno 88 a Cagliari Rossana Copez e Giovanni Follesa presentano Terra mala (Maestrale). Introduce: Ornella Demuru
 
Tempeste, barche e voci imploranti aiuto, un’acqua che erompe da un tempo oscuro e remoto: le notti di Adele – stralunata avvocatessa romana con un debole per i fiorellini e i vestitini arricciati – sono abitate da incubi che al risveglio si trasformano in una pelle dal sapore salmastro. Incubi che, lentamente, la stanno consumando. Decide così di rivolgersi al dottor Sainas, ambiguo psicanalista che, per curarla, la spedisce inspiegabilmente in Sardegna. Dapprima titubante, poi disperata, Adele si reca nell’isola per tentare di capire cosa le stia accadendo. In una Cagliari che le apparirà come un santuario di luce, incontra Gabriele – giovane appassionato di occultismo – che la condurrà in un mondo d’amore e morte: cosa cerca ossessivamente il ragazzo, insieme ai suoi amici, in quelle sedute medianiche? E cosa lega Adele a don Pierpaolo, un prete in confitto, diviso tra l’amore per Dio e quello per una donna? Perché il dottor Sainas sembra essere così coinvolto dalla vicenda della sua paziente? Le risposte si intrecciano e confondono in un arazzo dai colori chiari ma anche foschi, tessuto da mani antiche, in luoghi ancestrali e marini, luoghi dove è nascosto un tesoro che potrebbe essere la spiegazione di ogni cosa. Eppure il vero protagonista del romanzo è il mare, tormentato da onde che si frangono in cerca di pace, un mare che travolge alcune esistenze per poi lambirne dolcemente altre. In un thriller esoterico dai cupi contorni, gli autori ci mostrano, con stile a tratti asciutto, ma al contempo vivace, una storia lunga cinquecento anni che, proprio attraverso il fuire del tempo, troverà la sua compiutezza.
 
Martedì 10 gennaio alle 21.30 al caffé barcellona, via barcellona 84 – cagliari, Lettura pubblica da Terra mala (Maestrale) di Rossana Copez e Giovanni Follesa

 

martedì 17 gennaio alle ore 19,00 e alle 21,30
Caramelle dagli sconosciuti a Cagliari

 
Aspetta primavera, Lucky (Edizioni Socrates) di Flavio Santi
 
 

Martedì 17 gennaio alle 19.00 presso la libreria mieleamaro (che si chiama come noi ma non è noi) in via Manno 88 a Cagliari Aspetta primavera, Lucky (Edizioni Socrates) di e con Flavio Santi. Introducono: Luca Congia e Mattia Piano.
 
Espunta da un’epistemologia relativista e, più in generale, da una visione del mondo a tutto tondo, la frase “la letteratura non dà risposte, deve limitarsi a fare delle domande” rischia di banalizzarsi, di ridursi a mero luogo comune, di non essere più la spia di un’autentica disposizione alla ricerca, ma, anzi, di essere soltanto il segnale di una beatitudine compiaciuta e soddisfatta di sé (che si accompagna, spesso e volentieri, a una condizione di pallida e mortificante inazione).
Aspetta primavera, Lucky (Edizioni Socrates, collana Luminol, 2011) di Flavio Santi, invece, è un esempio, uno degli esempi più recenti, di come la scrittura letteraria si eserciti nella costruzione di storie (o di altri artefatti linguistici, non per forza narrativi) per offrire alle ipotesi che ci si pone una o più possibili soluzioni, che non sono necessariamente le più calzanti o le più giuste, ma che servono a legittimare l’impresa letteraria, nonché la sua presa sulla vita.
[lorenzo mari – malicuvata.it]

Martedì 17 gennaio alle 21.30 al caffé barcellona, via barcellona 84 – Cagliari, Flavio Santi in reading da Aspetta primavera, Lucky (Edizioni Socrates)

 
giovedì 19 gennaio ore 19,30 – 21,00
Manàmanà di piazza Savoia a Cagliari

“Lo sa il vento come vanno le cose in Sardegna” Paolo Fresu
 

Lo sa il vento. Il male invisibile della Sardegna Edizioni Verdenero, di Carlo Porcedda e Maddalena Brunetti

giovedì 19 gennaio alle 19 al Manàmanà di piazza Savoia a Cagliari, Lo sa il vento – Verdenero di e con Carlo Porcedda e Maddalena Brunetti. A seguire a cena con. Menu da leccarsi i baffi a 20€ (compresa stiratura) Prenotazioni allo 070 651759
 
Un libro per cui sono state spese tante energie e tanta passione per cercare, ancora una volta, di raccontare quello che succede ogni giorno in Sardegna, l’isola di cui difficilmente si legge sulla stampa nazionale, se non per le vicende modaiole del Billionaire. Lo sa il vento è un viaggio in alcuni angoli d’inferno che stanno dietro le quinte di un paradiso, la storia paradossale della terra che vede alcuni dei più incontaminati e suggestivi tratti di Mediterraneo convivere con bombe ambientali sul punto di esplodere: inquinamento elettromagnetico, fanghi tossici, rifiuti pericolosi, scorie che un selvaggio abuso militare e industriale porta con sé, e ancora poligoni militari, la più grande raffineria del bacino del Mediterraneo, uno stuolo di produzioni industriali ad alto impatto sanitario ambientale.  Dopo decenni di complicità, omissioni e silenzi, c’è chi contro le guerre simulate e gli abusi mascherati ha dichiarato una vera e quotidiana battaglia. Quella per avere la verità sul proprio destino.
 
Gli autori dell’inchiesta sono due bravi e coraggiosi giornalisti, Carlo Porcedda, collaboratore di diverse testate tra cui L’Espresso e Repubblica, e Maddalena Brunetti, cronista di nera e giudiziaria, cagliaritana di adozione e collaboratrice di Sardegna Quotidiano e l’Agi.
 

PROSSIMAMENTE CON MIELEAMARO


 
Martedì 24 gennaio alle 19 e alle 21,30 per Caramelle dagli sconosciuti Nel grande show della democrazia (Laurana)di e con Marco Bosonetto. Introduce: Massimo Spiga

 
Giovedì 26 gennaio alle 19 al Manàmanà, A loro il tentativo di chiudermi a metà di e con Decimo Cirenaica

 
Giovedì 2 febbraio alle 19 al Manàmanà Hidalgos, Arkadia, di e con Nicolò Migheli.


 
Venerdì 10 febbraio alle 19 al Manàmanà Alberto Masala
 

Per rinfrancar lo spirito… tra un libro e l’altro

Dal momento in cui ho preso in mano il libro fino a quando l’ho rimesso a posto, non ho smesso di ridere per un solo momento. Un giorno ho intenzione di leggerlo. (Groucho Marx)

Annunci