Martedì 6 maggio a Monserrato Francesco Abate apre gli aperitivi letterari del Gramsci

logo_circolo_11.jpg

Cari amici,

il maggio dei libri e degli incontri di Miele Amaro si apre martedì 6 a Monserrato alla Casa della Cultura di via Giulio Cesare 37 con Francesco Abate e il suo Un posto anche per me (Einaudi). L’appuntamento è fissato per 10,30 del mattino ed è il primo degli Aperitivi Letterari 2014 organizzati dall’Istituto Alberghiero Gramsci in collaborazione, tra gli altri, con Miele Amaro. Gli altri appuntamenti li trovate sotto. Il consiglio è di partecipare insieme ad alunni, insegnanti, autori e miele amari.

 

MIELEAMARO IL CIRCOLO DEI LETTORI

con il sostegno di

 fondaz1

presenta

 «Un uomo che viaggia da solo sull’autobus della notte porta sempre con sé un gran segreto e lo accompagnano molte vergogne. E gli uomini che custodiscono segreti e vergogne è meglio non disturbarli».

un posto 

Un posto anche per me (Einaudi)

di e con Francesco Abate

 Martedì 6 maggio alle 10,30 alla casa della Cultura di via Cesare Cabras 37 a Monserrato Francesco Abate incontra gli alunni e gli insegnanti dell’Istituto Alberghiero Antonio Gramsci per parlare di Un posto anche per me (Einaudi) il suo nuovo romanzo. L’incontro apre gli Aperitivi letterari 2014 organizzati dall’Istituto Gramsci in collaborazione con Miele Amaro. Al termine dell’incontro sarà possibile partecipare all’aperitivo a tema preparato dagli allievi della scuola.

Un posto anche per me – Peppino puoi incontrarlo ogni notte sugli autobus di Roma, con un bustone in mano e la faccia da bambino. È sardo, ma vive a Roma, anzi a Pomezia. Ha trentotto anni, ma è sempre stato un po’ «lentarello». La sua voce ingenua, comica, sgangherata descrive il mondo scintillante e decadente delle sue notti, ma anche l’irresistibile compagnia di ultimi del mondo in mezzo a cui è cresciuto e vive: ciascuno aggrappato a un sogno o a un dolore, a un tentativo come un altro per non essere invisibile. Un eroe stralunato racconta tutta la crudeltà di esistere, con uno sguardo infantile e sghembo che diventa l’unica forma di resistenza al male.

aba

Francesco Abate è nato a Cagliari nel 1964. Ha esordito con Mister Dabolina (Castelvecchi, 1998). Sono seguiti Il cattivo cronista (Il Maestrale, 2003), Ultima di campionato, da un soggetto vincitore del premio Solinas (Il Maestrale, 2004/ Frassinelli 2006), Getsemani (Frassinelli, 2006) e I ragazzi di città (Il Maestrale, 2007). Con Einaudi ha pubblicato Mi fido di te («Einaudi Stile libero» 2007 e «Super ET» 2008), scritto a quattro mani con Massimo Carlotto, Cosí si dice (2008), Chiedo scusa (con Saverio Mastrofranco, 2010 e 2012) e Un posto anche per me (2013). È fra gli autori dell’antologia benefica Sei per la Sardegna (Einaudi 2014, con Alessandro De Roma, Marcello Fois, Salvatore Mannuzzu, Michela Murgia e Paola Soriga), i cui proventi saranno destinati alla comunità di Bitti, un paese gravemente danneggiato dalla recente alluvione.

 

Prossimamente con Miele Amaro

ecco la locandina con i prossimi Aperitivi Letterari:

Aperitivi Brochure 2013-14

Annunci