sabato 4 ottobre a Dolianova L’estate di Ulisse Mele, prossimamente e vignetta

logo_circolo_11.jpg

Cari amici,

sabato 4 ottobre alle 18,30 a Dolianova (dove è ambientata la storia) arriva L’estate di Ulisse Mele (Piemme) di e con Roberto Alba. Presenta il libro Elisabetta Fois.

Leggete questo post per scoprire quale libro a fumetti presentiamo sabato 18 ottobre e non perdete il nuovo appuntamento con la rubrica Per rinfrancar lo spirito… tra un libro e l’altro

Buone letture

 

MIELEAMARO IL CIRCOLO DEI LETTORI

con il sostegno di

 fondaz1

presenta

 la parte più inquietante e più bella di questo noir è lo sguardo che l’autore ha scelto per narrare la storia: quello di un bambino sordo di nove anni (Valeria Parrella,  Grazia)

 un bambino speciale protagonista di questo delicato noir ambientato nelle pietrose e assolate campagne di Dolianova

 sabato 4 ottobre alle 18,30

Biblioteca Comunale di Dolianova

 ulisse

L’estate di Ulisse Mele (Piemme)

di e con Roberto Alba

presenta Elisabetta Fois

Sabato 4 ottobre alle 18,30 a Dolianova (dove è ambientata la storia) alla Biblioteca Comunale arriva L’estate di Ulisse Mele (Piemme) di e con Roberto Alba. Presenta il libro Elisabetta Fois 

L’estate di Ulisse Mele. Una casa in cima a una collina di terra e sassi a Dolianova, nel cuore della Sardegna rurale. È qui che Ulisse vive insieme alla sua famiglia. Ha quasi nove anni e non sopporta la parola che la gente usa per spiegare il suo problema: sordomuto. Lo fa sembrare handicappato, invece lui è solo sordo, capisce tutto benissimo e a scuola è il più bravo. Un genio. E infatti suo papà non lo prende mai a cinghiate come invece fa con Betta e Dede, che saranno anche più grandi, ma si comportano sempre da perfetti sprovveduti. Neppure lui però immagina che andare al mare di nascosto in una torrida mattina di luglio possa essere la cosa più stupida che quei due abbiano mai fatto. Fino a quando il fratello Dede torna a casa da solo, e della sorella non c’è più traccia.

Da quel momento la vita della sua famiglia è sconvolta. E mentre gli adulti cercano risposte, Ulisse ha occhi ben aperti su quel che gli accade intorno. Per lui, la scoperta della verità sarà un ingresso forzato nel mondo dei grandi.

roberto alba

Roberto Alba – È nato nel 1964 a Decimomannu (CA). Dirige un centro di formazione a Cagliari, insegna informatica e tecnologia. Nel 2011 ha vinto il premio letterario CartaBianca con il racconto La grande acqua (Taphros Editrice). Finalista nel 2011 e 2012 del concorso letterario IoScrittore, ha pubblicato il romanzo La spiaggia delle anime (Gremese Editore, 2012).

 Prossimamente con Miele Amaro

cover gali

Sabato 18 ottobre alle 18,30 a Dolianova, alla Biblioteca Comunale, Galilenses (ISKRA) di e con Sandru Dessì. Presenta il libro Giuseppe Pusceddu

 Per rinfrancar lo spirito… tra un libro e l’altro

ny131

 

Annunci

logo_circolo_11.jpg

​Cari amici,

Palabanda, lo spettacolo con la regia teatrale di Rita Atzeri nato dal testo di Luciano Marrocu, torna in scena per le scuole! A Cagliari, al Teatro S. Eulalia, da lunedì 10 a giovedì 14 novembre. Informazioni, prenotazioni e trailer per gli insegnanti interessati li trovate sotto.

Intanto Miele Amaro riparte e sotto vi propone due prossimamente da non perdere.

Questo post si chiude con una vignetta che apre la nuova stagione della rubrica Per rinfrancar lo spirito… tra un libro e l’altro

Buone letture

 

MIELEAMARO IL CIRCOLO DEI LETTORI

con il sostegno di

 fondaz1

presenta

Palabanda

Teatro S. Eulalia da lunedì 10 a giovedì 14 novembre

ore 9.00 e ore 11.00

cover dvd
Cagliari 1812: un gruppo di cittadini democratici tenta un’azione insurrezionale volta a rovesciare la Corona.

È la congiura di Palabanda.

 QUI IL TRAILER PER LE SCUOLE ( ingresso 3€ ad alunno per info scrivere a infomieleamaro1@gmail.com)

PALABANDA

di Luciano Marrocu

 con Marcello Armellino, Rita Atzeri, Pier Paolo Frigau, Fausto Siddi, Franco Siddi, Vincenzo De Rosa, e nel ruolo del narratore Mario Faticoni

musiche originali di Alessandro Muroni

 messa in scena Rita Atzeri

 produzione Mieleamaro

in collaborazione con Il crogiuolo

Palabanda è una azione teatrale incentrata su tre quadri animati  da personaggi, alcuni storici altri di fantasia, collegati al tentativo insurrezionale -la “congiura” nella tradizione- di Palabanda. Negli ultimi mesi del 1812 un gruppo di democratici cagliaritani, più esattamente del quartiere di Stampace, tentarono un’azione insurrezionale volta probabilmente a rovesciare la Corona, che ancora in quegli anni aveva sede a Cagliari. L’azione, si può dire, fallì ancora prima di iniziare e fu seguita da capillare repressione che ebbe il suo acme, l’anno successivo, nella condanna a morte, eseguita, del capo della “congiura”, Salvatore Cadeddu. Nella casa di costui, a Palabanda, un angolo del quartiere di Stampace, si erano svolte le riunioni preparatorie della “congiuria” e in questa casa viene messo in scena il primo dei dialoghi teatrali, del tutto immaginari, che si svolge pochi mesi prima della “congiura”  e vede intervenire, insieme a Salvatore Cadeddu, alcuni suoi familiari e amici. Anche il secondo dialogo teatrale, vede in scena Salvatore Cadeddu, a confronto col quale vediamo una sua “figlia d’anima”, Efisia e il figlio Gaetano. L’azione si svolge nel gennaio del 1812, pochi mesi dopo il fallimento della “congiura” e pochi mesi prima della cattura di Cadeddu. Si tratta di una riflessione sul fatto che le rivoluzioni vanno quasi sempre storte. Del terzo quadro teatrale, che si svolge circa vent’anni dopo i fatti principali, è protagonista Don Lollotto, un modesto nobilotto quartese attratto suo malgrado nella cerchia rivoluzionaria dal suo amore per Efisia, femme savante ed eroina romantica della Cagliari di primo ottocento. Don Lollotto, forse ubriaco, confessa al servo Basilio il suo amore per Efisia e fa le sue considerazioni sulle cose del mondo. Ognuno dei tre quadri è preceduto dall’intervento di una voce narrante che delinea il contesto storico e sociale e ci introduce ai personaggi e al loro mondo morale.        Luciano Marrocu

Il bel testo di Luciano Marrocu offre, dei  protagonisti di quella che è ricordata come la “congiura” di Palabanda, un affresco così vivido da renderli personaggi vivaci e brillanti, con cui interpreti e pubblico hanno piacere di intrattenersi. L’allestimento, sviluppato nella forma della lezione spettacolo,  produce uno spettacolo informativo che sfrutta la capacità comunicativa del teatro per far avvicinare la giovane platea al tema trattato. La presenza del narratore in scena, citando i “Sei personaggi in cerca d’autore” è disturbata dal servo muto, che vorrebbe ricevere un ruolo più importante dal suo autore. Un intervento di circa un ora che conduce i ragazzi in un viaggio esplorativo della tematica storica. Rita Atzeri

 

Prossimamente con Miele Amaro

ulisse

Sabato 4 ottobre alle 18,30 a Dolianova, alla Biblioteca Comunale, L’estate di Ulisse Mele (Piemme) di e con Roberto Alba. Presenta il libroElisabetta Fois

 

cover gali

Sabato 18 ottobre alle 18,30 a Dolianova, alla Biblioteca Comunale, Galilenses (ISKRA) di e con Sandru Dessì. Presenta il libro Giuseppe Pusceddu

 Per rinfrancar lo spirito… tra un libro e l’altro

ny130

giovedì 18/9 Il gusto della letteratura in Sardegna festeggia con Itzokor

logo_circolo_11.jpg

Cari amici,

giovedì 18 settembre alle 19 in via La Marmora 123 a Cagliari, nella sede della Associazione Itzokor, c’è Il gusto della letteratura in Sardegna, I cibi, gli usi e i luoghi del mangiare raccontati nei libri (MieleAmaro n, 4, Cuec, 2011), a cura di (e con) Gianni Stocchino. Un’occasione speciale per festeggiare la nostra pubblicazione che ha recentemente ricevuto il Premio Speciale Editori per la promozione delle culture enogastronomiche nell’ambito del Premio Nazionale L’Italia delle Tipicità – Enogastronomia e Cultura, bandito dall’Associazione Italiana del Libro in collaborazione con Res Tipica, l’associazione costituita dall’ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) e dalle Associazioni Nazionali delle Città di Identità per la promozione e la valorizzazione del patrimonio enogastronomico, ambientale, culturale e turistico dei Comuni italiani

Vi aspettiamo per brindare insieme!

 

 

 

ASSOCIAZIONE CULTURALE ONLUS ITZOKOR

 aperit

per gli Aperitivi Culturali presenta

 

giovedì 18 settembre alle 19

Cagliari – via La Marmora 123

 cop miele4 comun

 IL GUSTO DELLA LETTERATURA IN SARDEGNA. 

I cibi, gli usi e i luoghi del mangiare raccontati nei libri

 MieleAmaro n, 4, Cuec, 2011

a cura di (e con) Gianni Stocchino

 

Giovedì 18 settembre alle 19 in via La Marmora 123 a Cagliari, nella sede della Associazione Itzokor , c’è Il gusto della letteratura in Sardegna. I cibi, gli usi e i luoghi del mangiare raccontati nei libri (MieleAmaro n, 4, Cuec, 2011), a cura di (e con) Gianni Stocchino. Un’occasione speciale per scoprire come si possano combinare il piacere della lettura e quello del cibo e per festeggiare la nostra pubblicazione che ha recentemente ricevuto il Premio Speciale Editori per la promozione delle culture enogastronomiche.

 Conoscete la ricetta della carpa alla persiana?

 Come si organizza un banchetto per duemilacinquecento invitati? 

 Il gatto è un animale da compagnia o una specialità gastronomica?

Il gusto della letteratura in Sardegna. I cibi, gli usi e i luoghi del mangiare raccontati nei libri, MieleAmaro n, 4, Cuec, 2011 . A cura di Gianni Stocchino

Una guida gastroletteraria per lettori curiosi e buongustai. Un’antologia articolata in centinaia di citazioni su cibi, usi e circostanze riferite al mangiare in Sardegna. Dal pane carasau del Giorno del giudizio, agli spaghetti alle arselle di Ruggero Gunale, dal capretto arrosto di Lawrence, alla panada alle anguille come la fanno a Baraule. E la minestra di formaggio fresco e finocchio selvatico di Angelo Uras, la zuppa di pesce dei pescatori algheresi, il formaggio al profumo d’aspridda o su casu marzu, “quello coi vermi proprio” e i dolci buonissimi e bellissimi, “perché non si mangia solo con la bocca”. Sedici capitoli per leggere di piatti e portate ma anche per conoscere le usanze e i luoghi legati alla produzione e al consumo del cibo.

Con in più quindici contributi originali, d’autore: Bruno Tognolini, Milena Agus, Paolo Maccioni, Demo Mura, Nello Rubattu, Andrea Selis, Alessandra Guigoni, Rossana Copez, Neria De Giovanni, Libreria Tuttestorie, Pasquetta Basciu, Mauro Pala, Massimiliano Medda, Daniela Zempt, Giorgio Polo. Poesie, racconti, brevi saggi per condire questa antologia dedicata al cibo nei libri.

Un volume da leggere spizzicando tra le pagine, seguendo le proprie passioni letterarie o culinarie. Oppure da divorare, brano dopo brano  facendo un’abbuffata di citazioni. Per scoprire come si possano combinare il piacere della lettura e quello del cibo