Sabato 9 Mille mutetus in tour, la vignetta e il Libro dell’anno da votare in pochi clic

logositoheader

Cari amici,

prosegue il tour di presentazioni dei mutetus più cantati della tradizione cagliaritana! Sabato 9 dicembre alle 18,00, nella nuovo spazio di Villanova Coworking  in via San Saturnino 7 a Cagliari, MILLE MUTETUS CAGLIARITANI da leggere e cantare, una festa per brindare al ritorno in libreria dei più cantati mutetus della tradizione cagliaritana. Di seguito i dettagli.

C’è tempo fino a domenica (ma non perdete tempo, bastano pochi clic!) per votare il Libro dell’anno di Fahrenheit. Qui trovate tutti i titoli in gara ma il nostro consiglio è di votare un libro bellissimo, un autore formidabile, un grande amico! Bruno Tognolini è in lizza per il prestigioso titolo con il IL GIARDINO DEI MUSI ETERNI (Salani). Per votare inviate una mail a fahre@rai.it dando l’indicazione de IL GIARDINO DEI MUSI ETERNI di Bruno Tognolini come libro dell’anno.
VOTATE, VOTATE, VOTATE… e, forza Bruno!  


SABATO 9 DICEMBRE ore 18 

Villanova Coworking – Palazzo Atzeri

via San Saturnino 7 – Cagliari 

Sarà una festa per leggere e cantare i mutetus cagliaritani raccolti da Raffa Garzia ripubblicati da Arkadia Editore in una nuova edizione curata da Paolo Zedda e Gianni Stocchino – Mille mutetus cagliaritani raccolti da Raffa Garzia – quella che si terrà sabato 9 dicembre alle 18.00 negli spazi di Villanova Coworking,Palazzo Atzerivia san Saturnino 7 a Cagliari. L’energia e la musica della caratteristica espressione poetica cagliaritana per salutare la restituzione a cento anni dalla prima pubblicazione di uno straordinario patrimonio letterario e documentale e l’avvio delle attività di un nuovo spazio culturale della città di Cagliari. Insieme ai curatori interverrà Giuseppe Pusceddu.

I versi di Mille mutetus cagliaritani sono suddivisi per tematiche (Vari, Amorosi, Satirici ed Osceni) e articolati in numerose sottosezioni, ritrascritti nel rispetto delle regole ortografiche attualmente più diffuse per la variante campidanese della lingua sarda e ritradotti a fronte con l’intento di attualizzarli e renderli immediatamente fruibili. Versi che appaiono ancora oggi freschissimi e rendono merito a una forma di poesia genuinamente popolare, capace di far rivivere suoni e atmosfere di una città che in gran parte non c’è più.

 

Per rinfrancar lo spirito… tra un libro e l’altro

mutetus.png

Annunci
I commenti sono chiusi.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: