sabato 9 marzo Buon Compleanno Faber a Dolianova con Mauro pagani, Michele Gazich, Riccardo Pittau e il Coro Inkantos

Il celebre musicista Mauro Pagani sarà protagonista, sabato 9 marzo a Dolianova, della serata che chiude la settima edizione di Buon Compleanno Faber

Michele Gazich, Riccardo Pittau e il Coro Inkantos D’olia sono gli altri ospiti dell’appuntamento che comincerà alle 19

logosb ritagliato

Street Books

presenta

 

Sabato 9 marzo alle 19

Aula Magna dell’ Istituto Comprensivo Viale Europa 5

Logo bc Faber tr.jpg

BUON COMPLEANNO FABER

 a Dolianova

 

Mauro Pagani: Anima mia scampata dal mare

 

Michele Gazich: abitare la guerra civile oggi

 

Coro Inkantos d’Olia: diretto da Boris Smocovich

 

Arricardu Pitau SoloProject: Riccardo Pittau tromba, synth, loops e samplers

 INGRESSO LIBERO

bc faber dolia

 

Sabato 9 marzo alle 19 presso l’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo di Dolianova si chiude la settima edizione di Buon Compleanno Faber con una ricchissima serata di musica e parole. Tra gli ospiti Mauro Pagani, musicista polistrumentista affermato anche come produttore, che ha fatto parte della Premiata Forneria Marconi e ha collaborato con molti altri autori e musicisti italiani, fra cui Fabrizio De André, ma anche Gianna Nannini, Timoria, Ornella Vanoni, Roberto Vecchioni, Massimo Ranieri, Luciano Ligabue e Caparezza.

Con Mauro Pagani dialogherà Gerardo Ferrara, giornalista musicale e Direttore Artistico di Buon Complenno Faber. Sul palco di Dolianova si esibiranno inoltre: Michele Gazich, violinista reduce da un tour americano e dalla nomination ai  Grammy Awards 2019 nella categoria best folk album  come musicista di Mary Gauthier in Rifles & Rosary Beads, il trombettista Riccardo Pittau e il Coro Inkantos D’olia.   

pagani

gazich

riccardo pittau

coro1

Annunci

BUON COMPLEANNO FABER 2019

Logo bc Faber tr

Al via la settima edizione di Buon Compleanno Faber  – sulle rotte di Fabrizio de Andrè – non una cover, non un omaggio e nemmeno un ricordo

test lancio

23 giornate di musica, letteratura, cinema, arte e impegno civile a Cagliari, Monserrato, Sinnai, Donori, Dolianova con oltre 70 appuntamenti e 100 ospiti tra i quali Giovanna Marini, Mauro Pagani, Lara Molino, Tiziana Barillà, Maurizio Del Bufalo, Chiara Sasso, Omar Rizq, Walimohammad Atai, Gianfranco Cabiddu, Michele Gazich, Bob Corn, Francesca De Carolis.

 La settima edizione del festival Buon Compleanno Faber – sulle rotte di Fabrizio De Andrè – non una cover, non un omaggio e nemmeno un ricordo è stata presentata oggi, lunedì 11 febbraio alle 11 presso la sede dell’Associazione Culturale onlus Itzokor, in via Pietro Martini 23 a Cagliari.

Buon Compleanno Faber 2019 sarà in cartellone dal 13 febbraio al 9 marzo a Cagliari, Monserrato, Donori e Dolianova.

Con la direzione artistica di Gerardo Ferrara il festival è dedicato quest’anno a Riace, paese dell’accoglienza.

Un percorso nei solchi di Fabrizio De Andrè non per “rimasterizzare” la sua opera, tantomeno per “totemizzare” la sua figura, ma per riseminare la sua poetica, la sua visione sociale del mondo e la ricchezza delle sue considerazioni che emergono nitide e forti attraverso i linguaggi contemporanei di musica, letteratura, cinema, arte e impegno civile. E la Fondazione De Andrè ha accordato il prestigioso patrocinio anche a questa edizione di Buon Compleanno Faber

Ecco alcuni numeri che cominciano a raccontare questa edizione: 23 giornate tra Cagliari, Monserrato, Sinnai, Donori e Dolianova, con 70 appuntamenti e 100 ospiti; una programmazione fitta e ricchissima, simbolicamente a cavallo del compleanno di Fabrizio De Andrè, che l’avrebbe festeggiato il 18 febbraio.

Tra i nomi di questa edizione ci sono noti scrittori, artisti, attori, musicisti , registi, ma anche uomini e donne che con il loro lavoro, quotidianamente, coniugano l’arte con l’impegno civile.

Come sempre è la musica a legare i temi e i progetti del Festival con il ritorno sul palco di molti degli storici amici di Buon Compleanno Faber e l’arrivo di tanti nuovi nuovi ospiti tra cui spiccano l’immensa Giovanna Marini con Ballata per Riace il 16 febbraio alla Casa della Cultura di Monserrato e Mauro Pagani protagonista il 9 marzo della festa di chiusura del Festival a Dolianova. Intorno a questi due appuntamenti clou tantissimi altri ospiti importanti: da Lara Molino, una tra le più interessanti voci del nuovo folk italiano, al grande violinista Michele Gazich che con Rifles & Rosary Beads inciso con l’americana Mary Gauthier ha ricevuto la nomination per i Grammy Awards nella categoria miglior disco folk del 2019.

E poi ancora, spazio ai cori: a Monserrato, Casa della Cultura di via Giulio Cesare 37 venerdì 15 il Coro ANPI, lunedì 18 i canti anarchici di INDECORO: Nè stato, nè dio, nè direttore e martedì 19 i Canti sociali del Coro Popolare della Scuola Civica di Musica di Sinnai. A Dolianova il 9 marzo salirà sul palco il Coro Inkantos d’Olia per una dedica alla musica deandreiana.

Interessanti e originali molti dei progetti musicali sul palco per questa edizione di BCFaber: a cominciare da Makika, suonare l’abbandonato, con Carlo Spiga al May Mask mercoledì 13; e poi a Monserrato: Jara, l’anteprima di un concept album realizzato da Luca Marcìa e Bastiano Pugioni domenica 17; MaBaa, il duo voce e chitarra formato da Barbara Mostallino e Massimo Iguera martedì 19 febbraio, e i Canti di Disobbedienza, Lotta e Resistenza con Roberto Deiana e Sergio Durzu sul palco mercoledì 20. La stupenda voce di Stefania Secci Rosa e la chitarra di Francesca Puddu proporranno, giovedì 21 C’era una volta la carta: diario musicale di due ammiratrici di Faber.

Il 22 e il 23 febbraio si torna a Cagliari, dove sul palco del Jester Club di via Roma 257 saliranno rispettivamente Bob Corn e i Tribulia in due concerti da non perdere.

Lunedì 25 febbraio al May Mask la musica sarà affidata al progetto  Nella mia ora  di libertà: Cristian Garau voce / Matteo Tuveri chitarra; il 26 sempre al May Mask sarà la volta di Battista Dagnino con L’anima che batte e il 27 ancora nel club di via Giardini 149/a a Cagliari il quartetto Musica ex Machina BURP.

Giovedì 28 al Teatro Civico di Sinnai Umbre de muri, muri de mainè. In viaggio con il pescatore Faber. I canti e le storie di  Crêuza de mä

Anche due omaggi in musica in programma, questa volta al Babeuf di via Giardini a Cagliari: martedì 5 marzo Gianluca Dessì proporrà un tributo a Claudio Lolli, con una testimonianza di Gianfranco Cabiddu; il giorno dopo Nepumuceno Bolognini presenta Chi vive in Calabria chi vive d’amore” Omaggio a Rino Gaetano

Il 9 marzo a Dolianova, con Mauro Pagani, Michele Gazich e il Coro Inkantos D’Olia ci sarà anche il trombettista Riccardo Pittau, in Arricardu Pitau SoloProject

E poi, tra il palco e le quinte, come al solito pronti a dare il loro prezioso contributo, gli amici di sempre di Buon Compleanno Faber: con l’arpa elettrica il virtuoso Raoul Moretti e alle corde (chitarra e mandoloncello) il maestro Tonino Macis.

 

La sezione letteraria del festival è curata anche quest’anno da Street Books, il dinamico festival del Parteolla giunto alla quarta edizione, che ha sviluppato i temi in campo per questa edizione con libri e autori di grande spessore e richiamo. A partire dai reading, di forte impatto emozionale, che declinano in parole e musica la dedica a Riace: domenica 17 febbraio a Monserrato appuntamento con Lampedusa 3 ottobre 2013 dei Wax Baaxul, che attraverso la voce di Mamadou Mbengas omaggia la memoria di Alessandro Leogrande e delle 368 persone che hanno perso la vita in mare il 3 ottobre 2013 a poche miglia da Lampedusa. Al May Mask lunedì 25 c’è Savina Dolores Massa con l’intenso Undici, Spoon River in fondo al mare, tratto dal suo romanzo edito per il Maestrale; martedì 26 sempre nel locale di via Giardini il poeta Boucar Wade propone Exodus; domenica 3 a Donori Poesie urgenti di Andrea Melis, i versi tratti da Piccole tracce di vita il libro che il poeta cagliaritano ha scritto per Feltrinelli.

Poi tanti libri e i loro autori: Omar Rizq e Walimohammad Atai raccontano le loro singolari ed emblematiche vicende domenica 17 a Monserrato; lunedì 18 sempre alla Casa della Cultura Sebastiano Prino, laureato in carcere, sarà intervistato da Francesca de Carolis; il fenomeno dello spopolamento nelle tesi e nelle parole di Felice Tiragallo e il suo Restare paese martedì 19; giovedì 21 arriva Chiara Sasso che con Riace, una storia italiana, affronta le vicenda del paese dell’accoglienza. La serata del 24 febbraio al teatro Alkestis di via Loru a Cagliari sarà tutta dedicata alle magnifiche e/o terribili esperienze umane intorno al problema della salute mentale: sul palco spazio alle testimonianze di Alberto Gaino, con il libro Il manicomio dei bambini, la testimonianza di Cinzia Lo Fazio su Villa Azzurra e la straordinaria presentazione delle foto di Nel labirinto della vita di Pietro Basoccu. Sarà poi la volta di Giovanni Rossi e Alessandro Montisci: con un intervento su Le conoscenze essenziali per la Salute Mentale e del Gruppo Culturalmente: “Oltre” esperienza di inclusione e protagonismo sociale all’interno di un CSM con l’intervento di Gaspare Palmieri e Riccardo Cannea . La serata si concluderà con la performance teatrale Nella bocca di pochi, affidata all’arte di Andrea Meloni / Sabrina Mascia / Tonino Macis.

Il 26 febbraio al May Mask, Piove deserto l’avvincente romanzo scritto a quattro mani da Renato Troffa e Ciro Auriemma e appena dato alle stampe da De A Planeta.

Sabato 2 marzo nella sezione A pranzo con Faber viene presentato  Mimì Capatosta, Mimmo Lucano e il modello Riace (Fandango) si terrà l’incontro con la scrittrice Tiziana Barillà. Appuntamento alle 12 a Casa Saddi in via Enrico Toti a Pirri.

 

Di grande interesse gli appuntamenti della sezione cinema, curata con l’autorevole collaborazione della FICC (Federazione Italiana Circoli del Cinema): sono fissate per martedì 13 al May Mask la proiezione del corto Riace, un modello di Accoglienza di Alessandro Carè e del video-report Riace addio di Antonio Nasso; venerdì 15 apre una settimana di proiezioni alla Casa della Cultura di Monserrato il documentario Terre Impure, seguito dall’incontro con Raffaella Cosentino e Carolina Girasole. La stessa sera si terrà l’incontro con Maurizio Del Bufalo, coordinatore del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli. Sabato 16 proiezione del documentario Un paese di Calabria di Shu Aiello e Catherine Catella. Mercoledì 20 il documentario Inagibile presenta e lancia il concerto del poliedrico artista emiliano Bob Corn del 22 febbraio al Jester di Cagliari. Giovedì 21 chiude le proiezioni alla Casa della Cultura il corto “Del prossimo orizzonte” di Tomaso Mannoni.

Il corpo di un migrante deve avere dignità è il titolo del lavoro di Cristina Cattaneo in programmazione martedì 26 al May Mask. Al teatro di Sinnai giovedì 28 febbraio aprirà la serata Il presagio del ragno, documentario di Giuseppe Casu.

La valigia di Tediane Cuccu di Antonio Sanna e Umberto Siotto sarà proiettato sabato 2 marzo allo Spazio Kairos di via Martini a Cagliari e il giorno dopo, domenica 3 a Donori arriva Alessandro Carè a presentare Riace, un modello di accoglienza

Nutrita e di spessore anche la parte del Festival che il Direttore Artistico di Buon Compleanno Faber Gerardo Ferrara ha riservato agli incontri e ai dibattiti: a cominciare da

Maurizio del Bufalo uno dei promotori della Rete del caffè sospeso, che racconterà questa esperienza sabato 16 febbraio alla Casa della Cultura di Monserrato dove, lunedì 18 Daria Corrias e Stefano Alberto Tedde presenteranno il loro lavoro di recupero dell’archivio dell’ex colonia penale di Tramariglio.

Martedì 19 Giacomo Serreli, volto noto dei teleschermi locali parlerà di Freemos, liberi di restare, il progetto nato dalla Fondazione Maria Carta per parlare dello spopolamento dei nostri paesi.

Mercoledì 20 gli incontri con Marco Corrias: Una Comunità in cammino e Ester Cois: Terre al limite, La cifra del tempo nelle dinamiche dello spopolamento, scandagliano ancora, da differenti punti di vista, il problema dell’emigrazione dai piccoli centri dell’isola.

Martedì 26 al May Mask Migrazioni e migranti: brevi cenni sulla storia degli artisti sardi nel 900 è il tema trattato nella sua relazione dalla critica d’arte Erica Olmetto.

B_City : ai margini di uno spazio pubblico  Tredici autori da una idea di Elisabetta Rosa (Univ. di Louvain), Maurizio Memoli e Ivan Blečić (Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura – Univ. Di Cagliari) è l’appuntamento di apertura di mercoledì 27 sempre al May Mask.

Lo Spazio Kairos di via Martini 23 a Cagliari ospiterà un fitto calendario di incontri venerdì 1 e sabato 2 marzo. Ecco i dettagli: venerdì 1 marzo dalle ore 18 si susseguiranno gli interventi di Gianfranca Salis: I nuragici. Artisti e artigiani del bronzo e del metallo, Andrea Pala: “L’oreficeria nella Sardegna Basso-Medievale (1200-1300): rapporti tra l’Isola e la terraferma; Sandro Ghiani e Luigi Pitzalis: Il gergo dei rivenditori del rame di Isili. Sabato 2 marzo dalle 17 Raffaele Cau Bua: “Istranzos in logu anzenu. Emigrazione e immigrazione nella Sardegna centro-meridionale tra il XVI e XIX secolo” e SPOP. Esperienze di rigenerazione territoriale in Sardegna. Con la presenza di Nicolò Menu (Sardarch). Infine venerdì 8 marzo alle ore 16.30 presso il Centro servizi anziani di via Jenner 13 a Cagliari, “Come una specie di sorriso” Riflessioni in comunità sulla poetica e sulla bellezza del pensiero di Faber.

Come sempre gli appuntamenti di Buon Compleanno Faber vogliono essere occasioni di scambio e condivisione, incontri non virtuali tra persone che si ritrovano per stare insieme e confrontarsi. Per questo spesso sarà data la possibilità di bere un buon bicchiere di vino e gustare un piatto. Immancabile, in cucina, c’è Maddalena: sto deserto finirà!

Il programma completo e dettagliato di Buon Compleanno Faber 2019 lo trovate di seguito.

Tutte le news e altri approfondimenti sono disponibili sulla pagina facebook www.facebook.com/bcfaber2014 e sul sito https://buoncompleannofaber.home.blog/

 

 

PROGRAMMA

MERCOLEDÌ 13 FEBBRAIO

MAY MASK VIA GIARDINI, 149/A,  CAGLIARI ORE 20

 

COME UN’ANOMALIA

Proiezione del corto Riace, un modello di Accoglienza di Alessandro Carè

 

Makika, suonare l’abbandonato

Carlo Spiga :chitarra classica elettrificata, voce gutturale, drum machine, oggetti trovati, scacciapensieri e nastro magnetico.

 

Proiezione del video-report Riace addio di Antonio Nasso

 

Lungo un facile vento di sazietà, di impunità. Tonino Macis chitarra mandoloncello/ Raoul Moretti arpa elettrica

 

GIOVEDI 14 FEBBRAIO

 

JAZZINO VIA CARLOFORTE, 74 CAGLIARI ORE 21.30

 

In te unde de Faber….sulle rotte di Fabrizio De Andrè da Carloforte a Genova passando per i Monti di Mola

 

 

DAL 15 AL 21 MONSERRATO

CASA DELLA CULTURA VIA GIULIO CESARE 37

“…ti saluto dai paesi di domani…” BALLATA PER RIACE

 

VENERDI 15 FEB ORE 19.30

 

Lasciammo casa scuole officine Coro ANPI Cagliari

 

Proiezione del doc Terre Impure. Incontro con Raffaella Cosentino e Carolina Girasole

 

Cinema e Diritti. Incontro con Maurizio Del Bufalo, coordinatore del Festival del Cinema dei Diritti Umani di Napoli.

 

La Terra è di chi la canta. Lara Molino, voce chitarra armonica

 

 

SABATO 16 FEBBRAIO ORE 19.30

 

Proiezione del doc Un paese di Calabria di Shu Aiello e Catherine Catella

 

Giovanna Marini: Ballata per Riace

 

Maurizio del Bufalo: Il caffè sospeso

 

Lara Molino: Fòrte e gendìle

 

 

DOMENICA 17 FEBBRAIO ORE 19.30

 

Lampedusa 3 ottobre 2013

Wax Baaxul: Mamadou Mbengas: Voce narrante e percussioni / Momar Gaye: Voce e percussioni /
G. Luca Pauselli: Chitarra / Emanuele Alessandro Perra: Sound Designer

 

I miei due cuori nomadi. Incontro con Omar Rizq

 

Wali, che ha rifiutato il Paradiso per non uccidere. Incontro con Walimohammad Atai

 

JARA: Luca Marcia voce chitarra / Bastiano Pugioni voce chitarra

 

LUNEDI 18 FEBBRAIO ORE 20

 

INDECORO: Nè stato, nè dio, nè direttore. Canti anarchici

 

Vagabondi delle stelle. Francesca De Carolis incontra Sebastiano Prino

 

e adesso imparo un sacco di cose / in mezzo agli altri vestiti uguale

Il recupero dell’archivio dell’ex colonia penale di Tramariglio, a cura di Daria Corrias e Stefano Alberto Tedde

 

 

MARTEDI 19 FEBBRAIO ORE 20

 

Canti sociali.

Coro Popolare della Scuola Civica di Musica di Sinnai

diretto da Luca Nulchis e Barbara Mostallino

 

MaBaa: Barbara Mostallino –  voce / Massimo Iguera – chitarra e voce

 

Proiezione di Riace addio di Antonio Nasso

 

Giacomo Serreli: Freemmos, liberi di restare

 

Felice Tiragallo: Restare Paese

 

MERCOLEDI 20 FEBBARIO ORE 20

 

Giorgio Peghin: Arcipelago Italia e la Biennale di Venezia
L’architettura come strumento per l’accoglienza e la convivenza

 

Proiezione del doc Inagibile di Bob Corn, “terremotato dell’Emilia”

 

“mi sono visto di spalle che partivo”

Marco Corrias: Una Comunità in cammino

 

Ester Cois: Terre al limite. La cifra del tempo nelle dinamiche dello spopolamento

 

avvitare due bulloni e il terzo no”

Canti di Disobbedienza, Lotta e Resistenza con Roberto Deiana e Sergio Durzu. A cura de Il Deposito.org

 

GIOVEDI 21 FEBBRAIO ORE 20

 

Chiara Sasso: Riace, una storia italiana.

 

Proiezione del corto “Del prossimo orizzonte” di  Tomaso Mannoni

 

C’era una volta la carta: diario musicale di due ammiratrici di Faber.

Stefania Secci Rosa voce / Francesca Puddu chitarra

 

 

DAL 22 AL 23 FEBBRAIO, CAGLIARI –  JESTER CLUB VIA ROMA, 257

 

“sono state giornate furibonde, senza atti d’amore”

 

VENERDÌ 22 FEBBRAIO ORE 21.30

 

Inagibile, BOB CORN in concerto

 

SABATO 23 FEBBRAIO ORE 21.30

 

Tribulia in concerto

 

24 FEBBRAIO, CAGLIARI

TEATRO LABORATORIO ALKESTIS VIA ANTIOCO LORU, 31

“senza orario senza bandiera”

 

“recitando un rosario di ambizioni, meschine di millenarie paure, di inesauribili astuzie, la maggioranza sta”

 

Il manicomio dei bambini: testimonianza di Alberto Gaino

 

Villa Azzurra: testimonianza di Cinzia Lo Fazio

 

Nel labirinto della vita: di Pietro Basoccu

Giovanni Rossi e Alessandro Montisci: le conoscenze essenziali per la Salute Mentale

 

Gruppo Culturalmente: “Oltre”esperienza di inclusione e protagonismo sociale all’interno di un CSM. Intervengono Gaspare Palmieri e Riccardo Cannea 

 

Nella bocca di pochi

Andrea Meloni / Sabrina Mascia / Tonino Macis

 

25 / 26 / 27 FEBBRAIO

MAY MASK VIA GIARDINI, 149/A,  CAGLIARI ORE 20

 

COME UN’ANOMALIA

Welcome on board sculture e arti visive di Monica Lugas

 

25 FEBBRAIO ORE 20

 

Francesca Fadda: Corpi che r-esistono

Tonino Macis: chitarra. Immagini di Milly Macis

 

Rosanna Lauro: Viaggio tra i fili che uniscono le sponde del Mediterraneo

 

Dolores Savina Massa: Undici, Spoon River in fondo al mare

 

Nella mia ora  di libertà: Cristian Garau voce / Matteo Tuveri chitarra

 

26 FEBBRAIO ORE 20

 

Proiezione de “Il corpo di un migrante deve avere dignità” di Cristina Cattaneo

 

Boucar Wade: EXODUS

 

Erica Olmetto: Migrazioni e migranti: brevi cenni sulla storia degli artisti sardi nel 900.

 

Presentazione del libro Piove deserto con gli autori Ciro Auriemma e Renato Troffa

 

Battista Dagnino: L’anima che batte. Chitarra e voce

 

27 FEBBRAIO ORE 20

 

B_City : ai margini di uno spazio pubblico

Tredici autori da una idea di Elisabetta Rosa (Univ. di Louvain), Maurizio Memoli e Ivan Blečić (Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura – Univ. Di Cagliari).

 

Musica ex Machina BURP

Guido Coraddu piano / Francesco Bachis tromba / Mauro Sanna basso elettrico / Simone Sedda batteria

 

28 FEBBRAIO

TEATRO CIVICO DI SINNAI –  VIALE DELLA LIBERTÀ

 

Proiezione del doc Il presagio del ragno di Giuseppe Casu

 

Umbre de muri, muri de mainè. In viaggio con il pescatore Faber. I canti e le storie di  Crêuza de mä

 

1/2 MARZO, CAGLIARI

SPAZIO KAIROS, VIA PIETRO MARTINI, 23

 

“Il Mediterraneo? Un’immensa spugna che si è lentamente imbevuta di ogni conoscenza”

 

VENERDÌ 1 MARZO ORE 18

Gianfranca Salis: I nuragici. Artisti e artigiani del bronzo e del metallo

 

Andrea Pala: “L’oreficeria nella Sardegna Basso-Medievale (1200-1300): rapporti tra l’Isola e la terraferma

 

Sandro Ghiani e Luigi Pitzalis: Il gergo dei rivenditori del rame di Isili

 

SABATO 2 MARZO ORE 17

 

Raffaele Cau Bua: “Istranzos in logu anzenu. Emigrazione e immigrazione nella Sardegna centro-meridionale tra il XVI e XIX secolo”

 

Proiezione del film documentario “La valigia di Tediane Cuccu” di Antonio Sanna e Umberto Siotto. Incontro con il regista Antonio Sanna

 

SPOP. Esperienze di rigenerazione territoriale in Sardegna. Con la presenza di Nicolò Menu (Sardarch)

 

A PRANZO CON FABER

SABATO 2 MARZO ORE 12

CASA SADDI  VIA E. TOTI 24, PIRRI

 

Presentazione del libro “Mimì Capatosta, Mimmo Lucano e il modello Riace“. Incontro con l’autrice Tiziana Barillà

 

DOMENICA 3 MARZO ORE 18

EX MONTEGRANATICO VIA V. EMANUELE 8, DONORI

 

“non dimenticare il loro volto”

Riace, un modello di Accoglienza con Alessandro Carè

 

“china e distante sugli elementi del disastro”

Poesie urgenti: Andrea Melis voce, Raoul Moretti arpa, Tonino Macis mandoloncello

 

DAL 5 AL 6 MARZO BABEUF VIA GIARDINI 147/A CAGLIAIR

“evaporato in una nuvola rossa”
MARTEDI 5  MARZO ORE 19.30

 

“dialoghi tra rumore rosa e disoccupate le strade dei sogni”

Omaggio a Claudio Lolli: Gianluca Dessì voce chitarra

 

Testimonianza di Gianfranco Cabiddu

 

MERCOLEDI 6 MARZO ORE 19.30

 

“Chi vive in Calabria chi vive d’amore”

Omaggio a Rino Gaetano: Nepomuceno Bolognini voce chitarra

 

VENERDÌ 8 MARZO ORE 16.30

CENTRO E. JENNER SERVIZI ANZIANI

VIA JENNER, 13 CAGLIARI

 

“come una specie di sorriso”

Riflessioni in comunità sulla poetica e sulla bellezza del pensiero di Faber

 

SABATO 9 MARZO, DOLIANOVA – AULA MAGNA DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO – VIALE EUROPA ORE 19

 

Mauro Pagani: Anima mia scampata dal mare

 

Michele Gazich: abitare la guerra civile oggi

 

Coro Inkantos d’Olia: diretto da Boris Smocovich

 

Arricardu Pitau SoloProject: Riccardo Pittau tromba, synth, loops e samplers

dal 6 al 15 luglio torna STREET BOOKS – Le storie siamo noi

QUI TUTTE LE INFO, GLI AGGIORNAMENTI E GLI APPROFONDIMENTI

http://streetbooks.it/

Le storie sono antiche quanto l’uomo e la loro funzione è stata sempre quella di dare senso alla realtà che ci circonda per comprenderla e viverla.
L’uomo non ha mai smesso di raccontare: dai graffiti nelle caverne alle tragedie greche, dalla Bibbia ai grandi romanzi della letteratura, dal fumetto al cinema fino alla bacheca dei social o alla pubblicità.
Le narrazioni ci aiutano a capire chi siamo ma funzionano solo se chi narra è capace di suscitare emozioni in chi ascolta, se riesce a coinvolgere i destinatari del racconto.

 Street Books 2018 vuol far questo e propone un programma ricco e vario,
articolato in nove giorni di incontri,dibattiti e spettacoli incentrati sulla forza
e sulle forme della narrazione tra letteratura, teatro, musica, cinema.
Rivolgendosi a tutti.

 Una full immersion nel mondo dei libri a Dolianova,
nella suggestiva location di Villa de Villa,
che diventa il villaggio della lettura
allestito con gli stand della libreria,
lo spazio food e una scenografia unica e originale
arricchita dalle preziose sculture firmate da Francesco Picciau,
appositamente per Street Books.

A3(stampa)

Giovedì 14/6 a Cagliari Nello Rubattu apre la rassegna Genius Loci

cropped-logosito1.png logosb ritagliato

Cari amici,

giovedì  14 giugno a Cagliari, nel Teatrino del Parco di Monte Claro della Città Metropolitana di Cagliari comincia la rassegna Genius Loci proposta e promossa da Miele Amaro e Street Books in collaborazione con La Biblioteca Metropolitana Emilio Lussu.

Genius Loci vuol essere Un viaggio che, dalla parola scritta e declamata, porterà a visitare paesi, città, e più in generale territori, sia declinati al passato, o al contrario raccontati nella loro contemporaneità, o ancora attraverso la loro metamorfosi nel tempo, dove tuttavia uno spirito originario resiste e sopravvive. Il filo conduttore sarà quello del permettere ai luoghi di “parlare” attraverso gli autori che danno loro voce, spaziando dagli aspetti che li caratterizzano a quelli che rendono ciascun luogo universale e paradigma del mondo, pur nella propria specificità. Attraverso le voci dei loro autori si presenteranno volumi che esprimono e raccontano alcuni centri ben precisi o intere aree geografiche.

 

Ecco il calendario dei primi tre incontri:

Giovedì 14 giugno, ore 18.30: Vinnèpaitutti, Nuddadifà e Il Cavalier Marras: Sassari nelle pagine di Nello Rubattu.

Con Nello Rubattu e Paolo Maccioni.

Giovedì 21 giugno, ore 18.30 : Resteranno i canti

di e con Franco Arminio. Interviene Daniela Melis

Giovedì 28 giugno, ore 18.30 : Mille mutetus cagliaritani 100 anni dopo: Cagliari come non l’abbiamo più sentita

Paolo Zedda e Gianni Stocchino

genius loc2

la terza edizione di Street Books, scrittori, lettori e libri a Dolianova, presenta il suo Maggio dei libri: 26 appuntamenti tra letteratura, musica, arte e ambiente

In attesa del clou estivo del Festival, in programma dal 7 al 15 luglio 2018 a Dolianova, per tutto maggio si susseguiranno le iniziative legate alla lettura e rivolte a tutte le fasce di lettori. Tra gli ospiti Bruno Tognolini e Luigi Lai e tra gli appuntamenti la celebrazione, a Cagliari, dei 40 anni esatti dall’omicidio di Peppino Impastato, tre novità editoriali, cinque laboratori destinati ai più piccoli e un’iniziativa sulla lettura digitale. Si inizia sabato 5 con le magiche launeddas di Luigi Lai

logosb ritagliato

badge

Ventisei appuntamenti di letteratura, musica, arte e ambiente. Prende il via sabato 5 maggio un mese denso di iniziative inserite nel cartellone di Street Books 2018, terza edizione dell’imponente manifestazione di promozione della lettura del Parteolla che culminerà a luglio con il Festival Le storie siamo noi. Tutte le iniziative del maggio di Street Books sono inserite nella programmazione del Maggio dei Libri del Cepell (Centro italiano per il libro e la Lettura).

 

LuigiLai2

Si comincia sabato 5 maggio con Luigi Lai – maestro di launeddas, il volume edito da Beranu che racconta la vita e la musica del più grande suonatore di launeddas contemporaneo. Alle 19 Luigi Lai sarà nell’Aula Consiliare Comunale di Dolianova insieme alle sue magiche launeddas e a Gabriele Congiu, curatore del libro.

 

peppino impastato 9 mag

Mercoledì 9 maggio cade il 40° anniversario dell’omicidio di Peppino Impastato, geniale, irriverente e sarcastico eroe della lotta alla mafia: Street Books lo celebra in musica, parole e immagini con: FACCIAMO FINTA CHE… la prima assoluta di una produzione originale che andrà in scena alle 21 al May Mask di via Giardini 149 a Cagliari. Sul palco Gerardo Ferrara (voce e percussioni) e Tonino Macis (mandoloncello e chitarra).

 

valentina-meloni13 mag

Domenica 13 maggio alle 19 al Centro Polivalente di via Gandhi a Dolianova presentazione dell’esordio letterario di Valentina Meloni che per Eretica edizioni ha scritto Il destino ha la sua puntualità. Presenta Sandro Gervasi

 

bruno tognolini 15 mag

Martedì 15 doppio appuntamento con Bruno Tognolini, fresco vincitore del Libro dell’anno di Fahrenheit e autore amatissimo da tutti i lettori. Alle 10 sarà nella Foresta Demaniale di Monte Arrubiu per incontrare, in un appuntamento organizzato in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Dolianova, i   bambini della Scuola nel Bosco. Lo scrittore parlerà del TAMBURO NASCOSTO, quello delle poesie. Un cuore che le fa assomigliare  ai rap, alle conte, alle tiritere che si dicono nei giochi, agli slogan degli stadi e degli spot, alle preghiere, agli scongiuri… Insomma: a tutti i serissimi giochi di parole che servono per comprendere la vita. Nel pomeriggio, alle 18 nell’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo di Dolianova, Bruno Tognolini incontra lettori, bambini e genitori per una conferenza – spettacolo dal titolo LA PROSA DICE, LA POESIA FA – Rime e ritmi fuori dai libri e nel mondo.

 

pittura emozionale

Giovedì 17 al museo al TO.DO, la TOrretta di DOlianova, il suggestivo spazio museale la Torre dell’Acqua di via Armando Diaz, spazio alla creatività nell’arte e nella poesia con IO SONO UN ARTISTA, un progetto di pittura emozionale promosso dalla scuola dell’infanzia di Santa Maria di Dolianova a cura di Eliana Aramu. Porte aperte dalle 16 alle 21 per la mostra dei lavori e alcune performance artistiche estemporanee.

 

Canzoni-dinverno 18 mag

CANZONI D’INVERNO (CUEC), di e con Christian Floris, è il libro che verrà presentato venerdì  18 maggio, ore 17.30 Old Caffè via Mazzini 18 a Dolianova

 

coloris 19 mag

L’accogliente e rinnovato Giardino della Biblioteca di Dolianova farà da cornice a una speciale serata di poesia dedicata alla rivista COLORIS DE LIMBAS. Con la partecipazione di Alessandro Macis, Mariagrazia Dessì e il Gruppo di lettura e scrittura Dolia l’appuntamento è per  sabato 19 maggio alle 18,30.

 

mille e una nota 22 mag

Uno speciale concerto di fine anno scolastico dedicato agli alunni della scuola primaria di Dolianova. LE MILLE E UNA NOTA – favole sugli strumenti musicali per Narratore, Orchestra, Coro di bambini propone 60 giovanissimi allievi, cantori, strumentisti e insegnanti dell’istituto comprensivo di Elmas Monsignor Saba che interpretano il libro Le mille e una nota di Roberto Piumini. L’appuntamento è per martedì 22 alle 9,30 nell’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo di Dolianova.

 

Giovedì 24 alle 11.30 nel Giardino della Biblioteca di Dolianova è il momento del GIOCALIBRO – giochi, consigli di lettura, scambio di libri. Con la premiazione del Concorso Cosa farà da grande – progetto a cura della Scuola secondaria di Dolianova.

Doppio appuntamento Sabato 26 alla Biblioteca di Dolianova:

e book sharing

alle 18 si terrà l’incontro: E BOOK SHARING, QUANDO GLI SCAMBISTI NON SI DEVONO NASCONDERE- i libri digitali si possono scambiare? L’appuntamento si propone di fare il punto sugli aspetti legali di alcune modalità di scambio e condivisione dei libri digitali e sulle opportunità a tutt’oggi attive per ottenere in prestito dei libri elettronici.

Claudio-De-Murtas 26 mag

Alle 19 il Giardino della Biblioteca ospita  Claudio Demurtas, autore di CHIARO DI VENERE (Eventualmente). Con lui, a conversare di questo sorprendente esordio letterario, interviene Sandro Gervasi.

 

Mercoledì 30 nella Foresta Demaniale di Monte Arrubiu, UN BOSCO PIENO DI STORIE. Un libretto che raccoglie i diari di un anno di avventure didattiche e umane nelle parole e nei disegni dei bambini che hanno preso parte al progetto La scuola nel Bosco promosso da Forestas e cofinanziato dal Comune di Dolianova.

 

Flying_Ford_Anglia

Giovedì 31 alle 17 alla Biblioteca Comunale di Donori una magica serata in compagnia di Eliana Aramu e dedicata a Harry Potter; con alcune letture da La camera dei segreti che introducono al LABORATORIO PER LA COSTRUZIONE DELLA MACCHINA VOLANTE, la mitica Anglia 105E Deluxe di Arthur Wesley. Partecipazione aperta a tutti dagli 8 ai 199 anni. Unico requisito richiesto: non essere babbani.

Ancora un’iniziativa della scuola dell’Infanzia di Dolianova, questa volta delle sezioni di Viale Europa: il 7, 14, 21, 28 maggio nella Foresta Demaniale  di Monte Arrubiu si terranno LE LETTURE DEL BIBLIOBOS –  progetto di lettura ad alta voce.

A completare il fitto cartellone del maggio di Street Books tre laboratori per i più piccoli ospitati dalla biblioteca di Dolianova:

Il 5, 12, 19 maggio dalle 16 alle 17 si terrà il LABORATORIO DI PITTURA EMOZIONALE per un numero massimo di 10 bambini dai 4 ai 6 anni. Il 23, 30 maggio e 6 giugno dalle 16 alle 18 c’è il LABORATORIO PER PICCOLI ECOLOGISTI riservato a 10 bambini dai 6 ai 10 anni. Il 14, 21, 28 maggio e 4 giugno dalle 16 alle 17 è in programma  EUREKA! Un viaggio tra Fisica, Chimica e Biologia, alla scoperta del metodo scientifico, per massimo 10 piccoli scienziati dai 7 ai 10 anni. Il laboratorio Eureka è a cura di Marta Mancosu. Per ogni laboratorio è richiesta l’iscrizione (gratuita) alla mail prenotazioni@streetbooks.it

Il 5 maggio a Dolianova c’è Luigi Lai con le sue launeddas (e il suo nuovo libro)

Il più grande suonatore di launeddas contemporaneo sabato 5 maggio a Dolianova

 Luigi Lai (con le sue launeddas) sarà alle 19 nell’Aula Consiliare Comunale di piazza Amendola per presentare il libro che racconta la sua vita e la sua arte

 Sabato 5 maggio alle 19 nell’Aula Consiliare Comunale di piazza Amendola, Luigi Lai maestro di launeddas (Beranu edizioni) di e con Luigi Lai e Gabriele Congiu. Interviene Gerardo Ferrara

 cover luigi lai

Luigi Lai è universalmente riconosciuto come il più grande suonatore di launeddas, lo strumento più caratteristico della musica popolare sarda ed uno dei più antichi strumenti polifonici del bacino del Mediterraneo. Sabato 5 maggio alle 19 nell’Aula Consiliare Comunale di piazza Amendola a Dolianova sarà ospite di Street Books per raccontare la sua vita e la sua arte. Lo farà a partire dal volume Luigi Lai maestro di launeddas, edito da Beranu. Conduce l’incontro Gabriele Congiu, curatore del volume. Interviene il giornalista musicale Gerardo Ferrara.

Luigi Lai avrà al suo fianco, come sempre, le immancabili launeddas; un’occasione unica per godere, dal vivo, dell’esecuzione  di alcuni brani tradizionali e di altri composti da lui.

INGRESSO LIBERO

 

Luigi Lai maestro di launeddas – Il tempo scorre e inevitabilmente si snoda attraverso gli eventi che la vita ci presenta, senza fermarsi, ma osservando e scrutando ogni particolare. Luigi Lai in quest’opera ha voluto fermare il tempo, raccontando il suo vissuto, descrivendo le sue emozioni, i luoghi d’infanzia, gli aneddoti, percorrendo quasi un secolo con al suo fianco le immancabili launeddas. Tutto inizia a San Vito, il paesino che lo vide nascere, per arrivare alla Svizzera, rientrare dopo 15 anni e far rinascere le launeddas, divulgandole in tutto il mondo, grazie anche a importanti collaborazioni con musicisti di alto livello nazionale e internazionale, e non solo… Una vita fra tradizioni e modernità per Luigi Lai e le sue launeddas. Grazie ai codici QRcode presenti all’interno dell’opera, si potranno sentire alcune suonate alle launeddas, la prefazione letta da Gabriele Congiu e alcuni aneddoti di Luigi Lai raccontati con la sua voce.

LuigiLai2

Luigi Lai

Allievo dei grandi maestri di launeddas Efisio Melis e Antonio Lara ha intrapreso lo studio dello strumento dall’età di 7 anni. È universalmente riconosciuto come il più grande suonatore di launeddas contemporaneo e gli va risconosciuto il merito di aver ele­vato a massima espressione artistica la musica popolare sarda, e di aver contribuito a farla apprezzare nel mondo. Sempre in equilibrio tra tradizioni e modernità ha collaborato con numerosi interpreti della musica popolare sarda e con artisti di fama nazionale ed inter­nazionale. Nel corso della sua lunga attività, ha prodotto numerose incisioni discografiche, sia in collaborazione con altri arti­sti, che come solista. Da sempre ha dedicato il suo impegno a tra­smettere l’arte delle launeddas a tantissimi appassionati, per lo più giovanissimi, attraverso la ricorrente rea­lizzazione di varie Scuole di Launeddas in diverse parti dell’Isola, offrendo l’opportunità a tantissimi allie­vi di apprendere le tecniche esecutive basilari, e seguendo poi direttamente la preparazione di alcu­ni allievi dotati di particolare talento. In questo spirito di diffusione dell’arte musicale delle launeddas, egli ha recentemente pubblicato il manuale “Metodo per le launeddas” in due lingue (italiano e inglese), opera didattica unica nel suo genere, che si propone l’obiettivo di raggiungere ovunque i tantissimi interessati all’apprendimento delle fondamentali tecniche di questo caratteristico strumento.

 

Il festival Street Books è organizzato dall’associazione Circolo dei Lettori Miele Amaro ed è sostenuto dall’amministrazione comunale di Dolianova e dall’assessorato regionale della pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport.

Tutte le notizie, gli aggiornamenti e gli approfondimenti sul festival Street Books si trovano on line sul sitohttps://streetbooksdolianova.org e sulla pagina Facebok https://www.facebook.com/streetbooksdolianova/

il nuovo romanzo di Vincenzo Soddu sabato 14 aprile a Dolianova per Street Books

logo-sb18Lo scrittore sarà alle 19 alla Biblioteca Comunale con Invisibili il suo nuovo romanzo ambientato nel mondo della scuola

Sabato 14 aprile alle 19 alla Biblioteca Comunale di Dolianova in piazza Brigata Sassari, Invisibili (Arkadia), di e con  Vincenzo Soddu. Interviene Giuseppe Pusceddu. Letture di Dario Cosseddu.

 

cov invis
INVISIBILI  – Alessandro è un insegnante cinquantenne in piena crisi di identità, alle prese con un matrimonio fallito e la recente scomparsa del padre. A questo si aggiunge il trasferimento dal tranquillo e rassicurante corso serale, a una classe di pestiferi e indolenti quindicenni di un istituto professionale. Gli standard lavorativi fatti di brevi lezioni, veloci valutazioni e una diffusa indifferenza per gli studenti, vengono meno quando Alessandro realizza che nella sua classe sono presenti alcuni casi di evidente disagio sociale. Lo scontro con una realtà che non aveva considerato, le difficoltà dei suoi giovani studenti contribuiranno a scuoterlo dal torpore che lo annichilisce. In una cavalcata di lezioni alternative di italiano, storia e geografia, Alessandro riuscirà a ritrovarsi, e scoprirà che per farlo occorre prima perdersi al largo delle difficoltà proprie e di quelle altrui.

 vincenzosoddu-radiox-1600x1097​ 

Vincenzo Soddu – vive e lavora a Cagliari come insegnante in un Liceo, contemporaneamente si dedica a ciò che ama di più: scrivere. Nel 2011 ha pubblicato il saggio “Una pergamena in sardo e latino”, in “Templari, crociate, giudicati e ordini monastico-cavallereschi nella Sardegna medioevale”, a cura di Massimo Rassu (Arkadia Editore). Nel 2013 esordisce nella narrativa con “La neve a Gaza” (Caracò), sui temi della guerra e dell’integrazione. Nel 2015, per Cuec, ha curato “Un’isola da bere”, sesto numero della Rivista “Mieleamaro”. Dal 2012 gestisce il blog libriedintorniblog.